Rivedi le sessioni del Convegno

Il convegno “La furia di Aiace. Al confine tra criminalità e pazzia”, inizialmente previsto per il 6 Marzo 2020, compatibilmente con le direttive relative all’emergenza sanitaria, è stato rimandato al 13 e 20 Novembre 2020 con svolgimento in videoconferenza.

Ci sono casi, situazioni frequentissime, di gente che venne, magari quindici anni fa, con la malattia mentale manifesta, con le allucinazioni. Adesso è guarita, sta benissimo. Perché? Perché ho dei pensieri sulla verità della realtà umana che non c’erano nella psicoanalisi, come questo dell’uguaglianza della nascita. Perché c’è l’idea che quel terzo di vita è perversione, è inconscio perverso, è pazzia, è il Male della Bibbia, la cattiveria naturale, la natura umana cattiva. Non è vero! Non è vero! Cattivi ci si diventa.

Massimo Fagioli a Linea notte RAI3, 2014
www.massimofagioli.com

Il Convegno “La furia di Aiace. Al confine tra criminalità e pazzia” è un’iniziativa culturale studentesca finanziata dall’Università di Roma “Tor Vergata” articolata in due sessioni previste nei giorni 13 Novembre e 20 Novembre 2020.
Entrambe le sessioni saranno svolte esclusivamente in modalità online in videoconferenza.

L’evento nasce per affrontare una discussione sul tema “malattia mentale e criminalità”, analizzando la realtà attuale e i fatti di cronaca sia in ottica medico-psichiatrica che culturale-giuridica.

Quando un essere umano compie un atto criminale lesivo verso un altro essere umano come un’azione terroristica, un omicidio di massa, un atto di pedofilia o impedisce deliberatamente ad altri di salvare vite umane dal sicuro rischio di morte o torture, c’è stata a monte nell’essere umano autore del reato una distorsione, una deviazione dal fisiologico, dal normale, dal naturale. Con i nostri interlocutori: giornalisti, psichiatri, giuristi, attivisti impegnati nella difesa dei diritti umani; vorremmo discutere di questa idea di base, ovvero che gli atti criminali sopra citati non sono “naturalmente” umani, non fanno parte “normalmente e naturalmente nell’essere umano”.

L’idea che ha mosso l’evento è quella di provare, all’interno di un contesto universitario, utilizzando i mezzi scientifici e culturali offerti dall’Ateneo, a fare chiarezza su certi fatti di cronaca che vedono la compartecipazione di entrambi questi aspetti, per provare a comprendere meglio il ruolo dell’uno e dell’altro aspetto e gli eventuali rapporti reciproci tra questi. E ancora se e come questi due stiano in stretto rapporto con un terzo elemento: la cultura. Quanto, al di là della malattia del singolo, siano da prendere in considerazione anche pensieri malati radicati nella cultura mainstream e che potrebbero invece stare dietro a comportamenti violenti, come le aggressioni e l’abuso di potere verso i più deboli.

Il Comunicato stampa del Convegno è disponibile per il download qui.

Locandina La furia di Aiace

Le due sessioni saranno trasmesse in diretta streaming su questa pagina e sui canali social de ilpostuniversitario.it (Facebook, YouTube).

Le registrazioni dei video saranno rese disponibili su questa pagina.

Brochure da sfogliare

Prenotazioni

Il Corso di Laurea di Medicina riconosce agli studenti partecipanti al Convegno un numero di crediti formativi pari alla durata del convegno come attività didattica elettiva.

Tutti gli studenti registrati all’evento riceveranno un attestato di partecipazione da presentare alla Segreteria Didattica di competenza secondo le modalità che verranno indicate sul sito del corso.

La registrazione è obbligatoria soltanto per i partecipanti interessati a ricevere l’attestato di partecipazione ed è valida per entrambe le sessioni del Convegno. Altrimenti la partecipazione è libera e aperta a tutti senza necessità di alcuna iscrizione.

Al fine di ricevere l’attestato,  è richiesta la conferma della presenza a una o entrambe le sessioni del Convegno inviando una email a info@ilpostuniversitario.it. Sarà sufficiente indicare il proprio nome e cognome nel testo dell’email.

Registrazione

* indicates required

Accetare le condizioni relative al trattamento dei dati

We use Mailchimp as our marketing platform. By clicking below to subscribe, you acknowledge that your information will be transferred to Mailchimp for processing. Learn more about Mailchimp's privacy practices here.

Programma

9:30 Saluti e introduzione

  • Direttore responsabile di Left, Simona Maggiorelli
  • Direttore della rivista di psichiatria e psicoterapia Il Sogno della farfalla, Andrea Masini
  • Presidente dell’Associazione Culturale Amore e Psiche, Irene Calesini

10:00 Moderano:

  • Manuela Petrucci, psichiatra e psicoterapeuta
  • Andrea Raballo, professore associato di Psichiatria presso Università di Perugia, Vice-presidente sezione psicopatologia clinica della World Psychiatric Association

10.15 Intervento di Ilaria Cucchi, attivista per i diritti umani

10.30 Interviste a:

  • Maxime Mbandà, giocatore della Nazionale italiana di rugby
  • Clara Podda, campionessa olimpionica delle Paralimpiadi

10:45 Maria Rosaria Bianchi, psichiatra e psicoterapeuta.:“Libera scelta in libero Stato”

11:00 Arije Antinori, professore di Criminologia e Sociologia della Devianza, EU Senior Expert on Terrorism and Organised Crime: “Lupi solitari: tra mito e realtà digitale”

11:15 Domenico Fargnoli, psichiatra e psicoterapeuta, redattore della rivista Il Sogno della farfalla e collaboratore di Left: “Il terrorismo di stato, aspetti psicopatologici”

11:30 Federico Tulli, giornalista Left, scrittore: “Breve storia di un segreto di Stati”

11.45 Andrea Ventura, economista, scrittore, ex docente di economia presso l’Università di Firenze: “Violenza invisibile e controllo sociale”

12:00 Amarilda Dhrami, giornalista collaboratrice di Left: “’Siate la farfalla gialla che vola sopra i fili spinati’. Un commento all’intervento di Liliana Segre al Parlamento Europeo”

12:15 Dibattito

14:00 Moderano:

  • Luca Giorgini, psichiatra e psicoterapeuta, PhD Program in Early Interventions in Psychosis and Mood Disorders, Sapienza Università di Roma
  • Simona Maggiorelli, direttore responsabile di Left, giornalista e scrittrice

14:30 Intervento di Laura Trivelloni, ingegnere informatico

14:45 Riccardo Noury, portavoce nazionale di Amnesty International: “Storie di non ordinaria disumanità. Pena di morte e malattia mentale: i casi degli Usa e del Giappone“

15:00 Intervento di Giorgia Linardi, giurista, portavoce di Sea-Watch in Italia

15:15 Andrea Filippi, segretario Nazionale Fp Cgil Medici e Dirigenti SSN: “Quando il lavoro mortifica l’uomo… è violenza”

15:30 Cristina Laura Cecchini, avvocata, Asgi (Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione): “Diritto di asilo e diritto a fare ingresso sul territorio in cerca di protezione”

15:45 Alessandra Ballerini, avvocata civilista specializzato in diritti umani e immigrazione: “Le parole fanno le cose”

16:00 Gabriella Milea, avvocata, esperta di diritto costituzionale: “Una costituzione solidale non consente violenza”

16:15 Antonio Di Micco, presidente associazione Ipazia Immaginepensiero: “L’arte non è pazzia. Aiace non è un artista”

16:30 Dibattito

Prima sessione

Seconda sessione

Media partner

www.left.it
aulando_1

Patrocini

https://lasinodoroedizioni.it/collane/il-sogno-della-farfalla/

Credits

Il Convegno è stato organizzato da Amarilda Dhrami, Manuela Petrucci e Laura Trivelloni.

Video editing a cura di Alessandro Leonelli e Giancarlo Leonelli.

Progetto grafico a cura di Laura Trivelloni.

Iniziativa finanziata dall’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”.